Piazza Navona, Roma

Roma

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Roma. La “Città Eterna“, “Caput Mundi“, e mille altri appellativi che ne celebrano la bellezza.

Sinceramente sono un pò in imbarazzo a parlarne, anzi a scriverne, quasi come se racchiuderla in un “semplice” articolo sia un’offesa, un delitto.

Ma lo farò con grande umiltà e raccontandone solo angoli, particolari, alcuni luoghi a me cari. Senza dimenticare, però, alcune delle sue attrazioni piu famose che citerò solo, evitandone accurate descrizioni e citazioni storiche, dato che migliaia di storici ed esperti di arte hanno scritto pagine, trattati, libri, enciclopedie sulle stesse.

Prima di tutto dove dormire?l’Hotel Glam, nuovo, vicino alla stazione e con un ottimo rapporto qualità  – prezzo, è un’ottima soluzione; la sera, si consiglia di cenare in un ristorante carino e di grande qualità che si trova a pochi metri: il Matermatuta.

Da lì, la mattina, subito dopo una consistente colazione, si consiglia questo itinerario:

Nel dettaglio:

A. Palazzo del Quirinale, dove risiede il Presidente della Repubblica

B. Fontana di Trevi, uno dei simboli di Roma

C. Piazza di Pietra, dove si trova, peraltro, un’enoteca (Spiriti) molto carina

D. Pantheon, splendida la sera

E. Piazza Navona, con tre meravigliose fontane

F. Chiostro del Bramante, dove, oltre agli spazi espositivi – fino al 5 marzo vi è una mostra di grande successo (120.000 visitatori in sei mesi): Love -, è  possibile pranzare e soggiornare in uno dei tre appartamenti

G. Campo de’ Fiori, sede di un vivace e pittoresco mercato

H. Via dei Giubbonari, dove pranzare in una delle istituzioni della cucina romana (e non): Salumeria Roscioli.

I. Largo di Torre Argentina, con la presenza dei resti di quattro templi, il più antico dei quali risale al IV-III secolo a.C.

J. Piazza Venezia e l’Altare della Patria (o Vittoriano), uno dei simboli patri italiani.

Ma questo è solo un assaggio, un antipasto. Roma è molto altro ancora..

Lascia un commento