Spaccanapoli

Una serata “speciale” nel centro storico di Napoli

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Luogo “storico” e di tendenza, sia per i giovani alla ricerca di serate alternative in uno dei tanti locali di Via San Sebastiano (Galleria 19 – ex Rising South – su tutti) che per i “meno giovani”, stanchi dei “baretti di Chiaia” e desiderosi di respirare un’aria “diversa”, l’aria della “vera Napoli“, questo è il centro storico di Napoli.

Il perimetro può essere delimitato dal tratto tra Piazza del Gesù e Piazza San Domenico Maggiore da un lato e dall’altro dall’inizio di Via Port’Alba e Piazza Bellini, una sorta di quadrato pieno di locali e alternative.

Queste le tappe che si consigliano:

  1. arrivo verso le 18,30-19.00 per ammirare brevemente le meraviglie della Chiesa del Gesù Nuovo e soprattutto del complesso di Santa Chiara;
  2. subito dopo l’aperitivo: o a Piazza Bellini in uno dei tanti bar presenti in piazza (si consiglia lo “Spazio Nea” a Via Costantinopoli, 53, un mix tra galleria d’arte e Bistrot, dove, tra l’altro, servono una delle birre alla spina più buone in circolazione, la ceca Pilsner Urqueil) o da “Scaturchio” in Piazza San Domenico Maggiore, dipende dalla scelta del ristorante;
  3. per la cena, una location “easy” e “light“, “L’Etto“, dove, come dice il nome, si paga in base al peso di quanto si consuma;
  4. Infine, per chi desidera continuare la serata, si consiglia, oltre la su citata “Galleria 19” (forse adatta ai più giovani), la “Libreria Berisio” (Via Port’Alba, 28) dove spesso vi sono concerti dal vivo e dove si può bere qualcosa, circondati da libri, spesso molto antichi.

Tutti gli ingredienti per una serata diversa e…”speciale”, nel cuore di Napoli.

Lascia un commento