Positano, foto immagine

Positano

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Positano. Basta nominarla per emozionarsi.

È un mistero su come possa “restare in piedi”, immutata nei secoli una tale magia: abitazioni, vicoli, scalinate, chiese, negozi caratteristici, ristoranti, hotel a 5 stelle cosi come piccoli b & b, tutti uniti in modo eterno e indissolubile, e arroccati su una montagna che accoglie tutta questa magia come in un abbraccio di una madre al figlio.

Impossibile non restare a bocca aperta all’apparire di tale meraviglia sia se si arriva con l’auto (da Sorrento o anche dalla Costiera Amalfitana venendo da Agerola, dal Valico di Chiunzi o addirittura da Vietri) sia se si ha il privilegio di arrivare via mare.

Superata la prima e forse unica difficoltà di parcheggiare – i tanti parcheggi sono tutti molto cari (oltre 5,6 euro ad ora) e i posti con striscia blu (3 € ad ora) sono limitati e quindi difficili da trovare – si inizia la discesa verso, anzi “attraverso” il Paradiso.

E poi fiori dovunque.

E poi vi sono i tanti negozi di sandali, costumi, abiti di lino e ceramiche.

Poi la spiaggia, unica, molto grande, quasi sempre pienissima e a luglio e agosto “incandescente“.

Tanti i ristoranti presenti, una concentrazione quasi esagerata visto il ridotto spazio a disposizione; dagli stellati agli storici anche se ormai turistici (Chez Black e Buca di Bacco) dalle pizzerie a quelli caratteristici (“Da Vincenzo“).

Imperdibili le granite del mitico Bar La Zagara. E ottimo anche il caffè shakerato.

Ad aggiungere splendore a tale magia vi sono le spiagge ai lati della “spiaggia grande”, cioè Fornillo (molto suggestiva e ben organizzata la sagra del pesce, evento che vi si tiene di solito a fine Settembre) da un lato e Laurito dall’altro (ci si arriva con la barca) dove peraltro si trova uno spettacolare stabilimento balneare – ristorante (“Da Adolfo“), un luogo quasi di cult dove è veramente difficile trovare posto (indispensabile la prenotazione); a rendere ancora più magica una giornata a Laurito è la presenza nelle immediate vicinanze di uno degli hotel più famosi del Sud – Italia: il San Pietro. E non si dimentichi Montepertuso e il suo “Sentiero degli dei” e l’isola “de Li Galli“, famosa anche per avere uno dei tratti di mare più belli dell’intera Campania.

Solo un lato negativo riesco a trovare ma è l’inevitabile conseguenza di tale splendore: i tanti, troppi turisti, onnipresenti.

Lascia un commento