Lisbona

Lisbona, Portogallo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

All’estremità occidentale dell’Europa si trova questa simpatica, calda, accogliente e interessante città: Lisbona. Già ne parlai dopo un viaggio attraverso tutto il Portogallo, ora le dedicherò una pagina tutta sua.

Lisbona, quindi, in virtù della sua posizione, è perfetta per spezzare un volo verso le Americhe, magari servendosi della compagnia di bandiera lusitana, la TAP, di tutto rispetto cosi come l’aeroporto di Lisbona che è veramente una bella sorpresa.

Lisbona è tutta un saliscendi, ed è scontato pensare a San Francisco.

Si trova su un fiume (“Tago”) le cui sponde sono collegate da due ponti, dei quali il Ponte Vasco da Gama è veramente immenso.

Da vedere anche il quartiere di Barrio Alto, nei cui vicoli, peraltro, la notte si riversano giovani alla ricerca di trasgressioni alcoliche e non.

Meglio, in tal senso, forse il quartiere a Sud dove si trovano bar e club più “sofisticati”.

Da non perdere la zona tra Largo Chiado e Praca do Commercio, il salotto buono della città e zona dello shopping che ha forse il suo cuore a Rossio.

Interessante l’Oceanario cosi come il Monastero Dos Jeronimos, nel cui chiostro “riposa” Pessoa, forse il personaggio storico più famoso della città e onnipresente; divertente, in tal senso, una sua statua che lo raffigura seduto davanti uno dei bar più affascinanti e storici della città: il Cafè A Brasileira.

Un altro tratto distintivo di Lisbona è la sua cucina, con due grandi e indiscusse star: il “bacalhau” e il “pastel de nata“, un dolce che specie quando è servito appena fatto e caldo è di una bontà unica.

Una chicca per la colazione: il Padaria do Bairro a Rua da Misericordia. Ottimo caffè espresso, innumerevoli tipi di pane, vari succhi naturali e soprattutto il pastel de nata più buono di Lisbona. Indimenticabile.

A pochi passi dal Padaria si trova un negozio molto carino di piccoli quadri caratteristici dove procurarsi con con pochi euro un piacevole ricordo.

Nella zona tra Praca de Luis Camoes e Largo Chiado si trovano tre chiese molto belle, tra cui spicca “quella degli italiani” (Igreja do Loreto).

A proposito di chiese, merita una visita il Duomo

A Praca do Commercio, sotto gli archi, si trova un mercatino con tante bancarelle con articoli locali. Da darci un’occhiata, ci si potrebbe trovare qualcosa di carino (come cappelli ad esempio).

Infine, per gli amanti di calcio, una menzione al Da Luz, lo stupendo stadio del Benfica, la squadra più famosa del Portogallo,

di cui non posso non citare anche uno Store (anche bar) molto bello a Rua Augusta, la via pedonale regina del passeggio e dello shopping.

Si consiglia questo percorso partendo dal Bairro Alto:

Senza dimenticare il quartiere di Alfama

dominato dal “Castelo de Sao Jorge” (prezzo del biglietto € 8,50) da cui si ammira un incantevole panorama. Tappa imperdibile.

Infine una chicca: Rua da Bica De Duarto Belo (che poi diventa “Calçada da Bica Pequena“), una spettacolare via tutta in pendenza attraversata da due ascensori – tram che vanno avanti e dietro (biglietto a 3.9 euro, forse eccessivo); alla fine della stessa, sulla destra, si trova a Largo Santo Antoninho un bar molto carino (O Alemao da Bica).

Ristoranti:

Club:

  • Topo Clube (molto gettonato anche il Lux)

Per dormire si consigliano o uno dei tanti hotel o, perché no, un appartamento, magari in una tranquilla del Bairro Alto; sono molto economici, così come tutta la città.

Una città veramente sorprendente, e soprattutto accogliente.

Riguardo i trasferimenti, per quelli dall’aeroporto si consiglia la taxileader mentre per quelli cittadini i taxi (molto economici) o la metro.

Lascia un commento