Parata, Disneyland Paris, Disneyland Park

Disneyland Paris

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Sgombriamo subito il campo da falsi pregiudizi: Disneyland Paris è un luogo magico, stupendo, sempre e comunque, per i piccoli ovviamente ma anche per i grandi.

Un’esperienza totale, avvolgente, la cui inevitabile conclusione è una dolorosa partenza, da lacrime agli occhi.

Tutto è perfetto, non c’è nulla fuori posto, al punto da sembrare di essere veramente in un film di Walt Disney.

Infinite le attrazioni (attualmente 53), divise in: “con i più piccoli“, “avventure in famiglia” e “emozioni forti“.

Due i parchi, distanti tra loro 5 minuti a piedi:

  1. Il Disneyland Park (10 – 21, ma fino alle 22 durante il weekend);
  2. Walt Disney Studios (10 – 18, ma fino alle 21 nel weekend).

DISNEYLAND PARK

WALT DISNEY STUDIOS

Nel Disneyland Park vi sono quattro settori così suddivisi in senso orario partendo dall’ingresso: Frontierland, Adventureland, Fantasyland e Discoveryland.

Tante le attrazioni più adatte ai bimbi piccoli; questa è la mia personale Top 10:

  1. Disney Magic on Parade!una parata di “stelle” da far invidiare gli organizzatori del Carnevale di Rio. Ogni giorno alle 17:30 con percorso che va da Fantasyland a Town Square. A mio parere il momento clou di Disneyland Paris.

  2. Ratatouille (al nr. 15 degli Studios). Effetti grafici in 3D di altissimo livello. Sembra di essere veramente nel film. Non adatto ai bimbi paurosi però.
  3. ‘it’s a small world’ (nr. 32, Disneyland Park). Un giro intorno al mondo in pochi minuti e non in 80 giorni. Bellissimo.
  4. Cars Quatre Roues Rallye (nr. 4, Studios). Divertente.
  5. Autopia (nr. 43, Park). Un primo approccio alle auto per i bimbi.
  6. Dumbo the Flying Elephant (nr. 27, Park). Sembra di volare.
  7. Mad Hatter’s Tea Cup (nr.29, Park).
  8. Princess Pavilion (nr. 33, Park). Senza dubbio la preferita dalle bambine, indispensabile prenotare ma code molto lunghe per farlo.
  9. Disney Junior on Stage (nr. 8, Studios). I personaggi Disney prendono vita sul palcoscenico.
  10. Le Pays des Contes de Fées (nr. 31, Park). Una crociera attraverso le scene in miniatura delle più belle fiabe.

Per apprezzare Alice’s Curious Labyrinth (nr. 28, Park) indispensabile conoscerne la favola, mentre Le Carrousel de Lancelot (nr. 23, Park) non è nulla di memorabile.

Il Disneyland Railroad è definita come “attrazione” anche se in realtà è “solo” un mezzo molto utile per gli spostamenti da un settore ad un altro del Disneyland Park; quattro infatti le fermate:

  1. Main Street Station;
  2. Frontierland Depot;
  3. Fantasyland Station;
  4. Discoveryland Station.

Ovviamente tantissimi gli incontri con le Stars di Disney, tra i tanti: Mickey Mouse (nr. 26, Park), Minnie (Town Square), Winnie The Pooh (nr. 29, Park) e Donald Duck (Casey’s Corner). Va detto che al ristorante “Inventions” del Disneyland Hotel girano per tutta la cena i personaggi Disney e che gli stessi partecipano attivamente alle feste di compleanno; un privilegio davvero.

Straordinari gli spettacoli; ho visto Frozen al “Chaparral Theater” ( nr. 11, Park).

Mickey et le Magicien al “Toon Studio” (nr. 3, Studios), entrambi stupendi e imperdibili.

Infine gli Hotels; sono tanti sicuramente ma consiglio vivamente di dormire al Disneyland Hotel dove si godono i servizi di un cinque stelle (più o meno) e soprattutto dove si è in pratica già dentro il Disneyland Park. Consigliatissimo a chi ha figli piccoli o persone con ridotta mobilità. C’è anche una boutique molto fornita, un mini – club, addirittura un centro benessere. Una chicca: fissare un appuntamento al salone delle principesse al primo piano dell’Hotel per trucco, parrucco, travestimento da principessa e relativo servizio fotografico è il non plus ultra del lusso per le proprie figlie.

Pare che negli hotels di Disneyland Paris si mangi male; ebbene, al Disneyland Hotel si mangia molto bene.

Due i ristoranti:

  1. Inventions, a buffet e con – come detto – i personaggi Disney che girano per i tavoli;
  2. California Grill , che ha un cuoco stella Michelin.

Formula tipica degli Hotels è la mezza pensione (colazione e cena); riguardo il pranzo, invece, o si porta la colazione al sacco e la si consuma su una delle tante panchine dei due parchi oppure si mangia in una dei vari ristoranti lì presenti. Personalmente, con una spesa di 11 € ho mangiato – portandolo nel mio hotel – un hamburger del Cowboy Cookout Barbecue; nulla di memorabile.

Comunque, per qualunque informazione, basta recarsi al City Hall dove sapranno venirvi incontro in ogni tipo di richiesta e esigenza,

E veniamo ad una nota dolente, le code: ci sono, inutile negarlo, ma posso suggerire vari accorgimenti per limitarne i fastidi:

  • Andare presto (va anche detto che gli ospiti del Disneyland Hotel hanno un accesso privilegiato dalle 8 alle 10, utile per mettersi per primi in fila), durante l’orario del pranzo o nel tardo pomeriggio; anche se molte attrazioni sono aperte solo in determinati orari;
  • Andare fuori stagione;
  • Andare durante la settimana.
  • Usare il fast pass.

E in conclusione, l’altra nota dolente: i prezzi. Disneyland Paris è, visto l’elevato livello, inevitabilmente molto cara (ma spesso ci sono interessanti offerte sul sito), specialmente se si soggiorna lì (Parigi è distante circa 50 km) e ancora di più se si sceglie uno dei migliori Hotel (Disneyland Hotel su tutti). Ma ne vale senza alcun dubbio la pena; è un’esperienza unica e indimenticabile.

Lascia un commento