Penisola Sorrentina

Costiera Sorrentina

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

La Costiera Sorrentina è forse una delle poche zone nel Sud Italia veramente valorizzate. Tanti i luoghi da vedere, i ristoranti dove mangiare e gli hotel dove soggiornare, a partire da subito dopo Castellammare di Stabia (da non perdere la torta gelato “tronchetto” al Bar K2) dove si trova il comodo Towers Hotel Stabiae Sorrento Coast (eccezionale rapporto qualità’- prezzo e situato in un’ottima posizione). Subito dopo vi è una lunga serie di stabilimenti (alcuni hotel) tra cui spiccano il Bikini, lo Scraio Terme e il meraviglioso Hotel Capo La Gala (per chi non se la sente di spendere una considerevole cifra per il soggiorno, si consiglia un pranzo, ovviamente non nei mesi torridi), senza dimenticare però l’Oasi, risto-bar-salumeria dove si mangia il saltimbocca più buono al mondo.

Dopo si trova Vico Equense, paesino carino, ordinato e soprattutto logisticamente perfetto sia per le famiglie napoletane (40 minuti di auto da napoli) che vogliono evadere dal caldo soffocante della città e “respirare” (la temperatura è circa 4-5 gradi meno che in città) sia per i turisti che vogliono una base da cui partire per le meraviglie della zona (Pompei e Ercolano a Nord e Sorrento, Marina del Cantone e poi la costiera amalfitana a Sud). Caratteristica della zona è la presenza di tantissime antiche ville ristrutturate ed adibite a agriturismi, quasi tutte sulla collina e con vista mare; ce ne sono di varie e alcune veramente belle e ottime nei servizi. Si consiglia un’escursione all’affascinante Monte Faito da dove si gode di un panorama unico.

Da vedere è anche il lungomare di Seiano che si trova subito dopo l’uscita di Vico e dove ci sono vari ristoranti di alto livello, cosa peraltro comune all’intera costiera (forse proprio ad eccezione del centro della stessa, e cioè Sorrento); famosa è la Pizza a Metro. Poi, dopo aver attraversato i comuni di Meta di Sorrento (mangiare il crocche’ a metro da “Ninuccio” o sul mare al La Conca), Piano di Sorrento e Sant’Agnello, si arriva a Sorrento, centro della costiera ovviamente. E’ in pratica una citta’, non tanto come dimensioni ma come vivibilita’; ha tutto ed infatti e’ uno dei pochi posti di mare della Campania frequentati anche di inverno. Molti gli hotel di alto livello, ma non altrettanto numerosi i ristoranti all’altezza (buon rapporto qualità – prezzo “Da Filippo” e carino un pranzo fuori stagione da “Emilia” a Marina Grande). Poi c’è la carina Massa Lubrense (da frequentare, oltre la mitica piazza dove si trova il Bar Alfonso, il porticciolo per la presenza sia di baretti carini che di buoni ristoranti); nel bellissimo tratto tra Sorrento e Massa si trovano un paio di strutture interessanti (il Francischiello hotel & SPA Bellavista, il Ristorante Antico Francischiello ed il Blu Mare club). Poi c’e’ Termini che in apparenza e’ un posto abbastanza insignificante invece nasconde gioielli alimentari e panorami unici; assolutamente da non perdere è il Relais Blu – dove, per chi non può soggiornare o cenare, e’ possibile anche solo fare l’aperitivo – ed in alternativa una sosta al risto-bar Panorama, molto semplice ma con una vista unica (si trova un paio di curve prima del Relais Blu); sempre a Termini, c’è’ un’eccezionale trattoria (“Eughenes”) che come rapporto qualità – prezzo e’ una della migliori della zona. Dopo Termini c’è Sant’Agata sui Due Golfi col mitico Don Alfonso 1890 e la discesa verso la straordinaria spiaggia di Marina del Cantone con i suoi favolosi ristoranti Maria Grazia, lo Scoglio ed il Cantuccio, senza dimenticare il famosissimo “I Quattro Passi’ che si trova sulla discesa (ovviamente il piatto forte della zona è l’incredibile e ineguagliabile “spaghetto alla Nerano“); subito dopo la spiaggia di Marina del Cantone (bella la spiaggia dei tedeschi e il recentissimo splendido lido adiacente), c’è la stupenda baia di Recomone, dove si trova anche un bellissimo hotel-ristorante, la Conca del Sogno (abbastanza caro e fin troppo conosciuto). Poi inizia la Costiera Amalfitana, altra meraviglia campana…Solo un’avvertenza quando si va in Costiera Sorrentina: attenzione ai “flussi”!nonostante il recente completamento di una galleria, si può rischiare di restare imbottigliati nel traffico per ore e rovinarsi la vacanza; si consiglia di partire, oltre che all’alba o di notte, anche subito dopo pranzo e se possibile non durante il week – end.

Comments (3)

  1. Descrizione perfetta della costiera sorrentina.sono stato per pochi giorni a marina del cantone posto eccezzionale,vorrei piu notizie dettagliata sul posto se e possibile?

    • Meravigliosa Marina del Cantone, forse il posto con la più alta concentrazione di buoni ristoranti. Da non perdere lo spaghetto alla nerano, tra quelli sul mare consiglio il Cantuccio, da Maria Grazia o addirittura Lo Scoglio. Bellissimo e rinomato sulla discesa verso Marina del Cantone “i 4 passi”.
      Un altro consiglio che posso darle è di andare alla Conca del Sogno nell’adiacente baia di Recommone a cui può arrivare o da Marina del Cantone con una barchetta o via terra attraverso il camping.

  2. I simply want to say I’m very new to blogging and truly liked this blog site. More than likely I’m likely to bookmark your site . You certainly come with amazing article content. Cheers for sharing your website.

Lascia un commento