Da Nizza a Marsiglia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

L’affascinante Nizza, la splendida Sant-Paul-de-Vence, Antibes e il suo porto, la lussosa Cannes, la mitica Saint-Tropez per finire alla capitale della Provenza, Marsiglia, luoghi dove da sempre si precipitano V.I.P. e presunti tali, miliardari, modelle, giocatori d’azzardo, ma anche amanti della campagna e della natura; difficilmente in cosi pochi km si alternano tante e varie bellezze.

Ebbene, essendo impossibile visitarle tutte in un unico viaggio, si può immaginare un breve itinerario che ne fa gustare qualche splendida pillola.

Prima tappa Nizza che ha l’aeroporto principale della Costa Azzurra e della Provenza tutta, un aeroporto peraltro che si trova praticamente in città ed esattamente sul lungomare all’inizio della parte occidentale. In pratica si atterra nell’acqua.

Cuore di Nizza è certamente il suo lungomare, la “Promenade des Anglais” che si estende per tutta la sua lunghezza e che accoglie quasi tutti gli hotels più belli, tra cui va segnalato l’originale Negresco.  Ma la parte più bella è il suo centro storico, la “Vielle Ville” che da “Place Garibaldi” si estende fino al mare. Da non perdere una cena al “Cafè de Turin“, un locale immutato da oltre un secolo dove si mangiano – a detta di molti – le migliori ostriche della città. Molto bella anche Place Massena.

A pochi km da Nizza si trova Cagnes-sur-Mer che, però, ha in comune con Nizza solo la presenza di un lungomare; pieno di ristoranti, mercatini e addirittura gonfiabili per bimbi è sempre super affollato e anche per questo risulta veramente complicato parcheggiare. Per chi si trova da quelle parti si consiglia un veloce hamburger da “Le 86“, una sandwicheria gestita da uno straordinario personaggio. RIstoranti da tenere in considerazione sembrano anche il sofisticato “La Cabane de L’Ecailler” e il caratteristico “La Trappe“.

Ma se Cagnes-sur-mer non ha nulla di particolare, il suo entroterra è imperdibile ed in particolare Sant-Paul-de-Vence, talmente bella che è difficile dirlo con semplici parole. Una piccolo borgo in pietra arroccato su un promontorio con fiori ovunque, fontane, atelier di gran gusto, piccole trattorie caratteristiche, belvederi da dove si domina la vallata fino ad giungere con lo sguardo a mare. Uno spettacolo da non perdere e da vivere alle prime ore del mattino, prima dell’invasione dei turisti provenienti da ogni dove.

Per chi dorme in zona – consigliatissimo sia per i prezzi molto più abbordabili sia per la tranquillità sia per la centralità – tanti i b & b e relais presenti. Molto carino e ben gestito il “Villa 45“, a Colle-sur-Loup. A 5 minuti di auto da Sant-Paul-de-Vence.

Infine, per concludere l’itinerario invece di tappe scontate come Cannes o Saint-Tropez, meglio fare un salto in una realtà ben diversa dalle precedenti: Marsiglia. Fino a qualche tempo fa era una famigerata città marina sede di traffici di ogni genere; oggi, invece, è una bella città ordinata con viali molto ampi e con un porto immenso dove si concentra molta della vita della città. Innumerevoli i locali qui presenti, molti dei quali, però, non sono altro che trappole per turisti; meglio puntare sulle strade secondarie, quelle alle spalle del lungoporto ed infatti in una di queste – alle spalle della riva destra – di trova un caratteristico locale, Sard’in. Lì, in un ambiente giovane ed easy, si potrà gustare in tutta tranquillità la tipica cucina marsigliese. Infine, per chi non soffre le vertigini, interessante è la ruota dal cui vertice si può ammirare dall’alto il porto nella sua interezza. Una citazione particolare al meraviglioso stadio di Marsiglia: il Velodrome.

200 magici km da vivere in soli 2 gg, un’esperienza che lascerà nel cuore un solo imperativo: di ritornarci al più presto e per più giorni.

 

Lascia un commento