Venezia

 

Volare“, di Domenico Modugno:

Venezia. Basta il semplice nominarla ed il cuore si riscalda, i romantici trovano la loro “casa”, l’amore trova spazio lasciandosi guidare da una passione finalmente libera di esprimersi.

Posto unico, insieme a Parigi e Roma nel podio delle città – è una città?o un’isola?o un insieme di isole? – più belle al mondo, è talmente meravigliosa e speciale che nemmeno le infinite orde di turisti riescono a spezzare quest’incantesimo.

Sono sei i sestieri e quasi 160 i canali che compongono la “Venezia insulare” ed è veramente difficile esprimere preferenze. Piazza San Marco con la sua Basilica, il campanile e l’adiacente palazzo Ducale, il Canal Grande, il ponte di Rialto, gli innumerevoli sontuosi palazzi, musei, chiese, ristoranti ed hotel poggiati sull’acqua, Campo Santo Stefano, la Giudecca, Dorsoduro, Cannaregio, le 3 piccole sorelline Burano, Murano e Torcello, il Lido, tutto è da vedere, si consiglia quasi di non programmare nulla e di lasciarsi trascinare dall’istinto, dal “caso”, tanto dovunque si andrà, in qualunque chiesa (da non perdere quella di Santa Maria della Salute alla fine di Dorsoduro), palazzo o museo (un “sogno ad occhi aperti” Punta Della Dogana, dove si alternano opere d’arte contemporanea e scorci attraverso sapienti finestre o grate sulla parte più bella e suggestiva di Venezia) si entrerà, sarà un’emozione.

Riguardo i trasporti acquei sia quelli da e verso l’aeroporto (Alilaguna) che quelli di Venezia e dintorni (actv) sono ben organizzati e molto precisi; essendo non proprio economici (7 euro a tratta), si consiglia, appena arrivati, di immaginare quanti trasferimenti fare nella permanenza e quindi valutare di acquistare un pacchetto (per esempio quello di “72 ore” potrebbe essere un’idea).

Molto ben organizzati anche i parcheggi a Piazzale Roma.

Una menzione a parte per il suo famoso Casinò, insieme a Las Vegas e Montecarlo, il più famoso al mondo nonché uno dei quattro presenti in Italia.

Da non dimenticare il fortissimo e discusso rapporto Venezia – navi da crociera; senza entrare nel merito, cosa molto difficile e profondamente soggettiva, per chi è interessato a provare un’esperienza su una nave da crociera, mi limito a consigliare un sito ad hoc.

Infine, qualche dritta:

  • Ristorante: Osteria Enoteca Ai Artisti a Dorsoduro. Location molto carina – in particolare i 3-4 tavoli esterni, molto adatti per un pranzo primaverile -, ottimi vini, notevoli pietanze. Prezzi medio – alti.
  • Pub: Corner Pub a Dorsoduro. Panini molto buoni ad un ottimo prezzo.
  • Ristorante a Burano: Osteria al Fureghin. Pesce di ottima qualità, l’antipasto dei crudi in particolare.
  • Hotel vicino l’aeroporto: Courtyard Venice Airporta 1 minuto dall’aeroporto, molto confortevole e con possibilità di stanze comunicanti per le famiglie numerose.
  • Ristorante nell’aeroporto: Kitchen & Bar.
  • Quando andare: i mesi migliori sono giugno e settembre, magari in concomitanza con la mostra internazionale del cinema, evento – nato nel 1932 – con cadenza annuale facente parte della più ampia Biennale, nota esposizione internazionale d’arte che ogni due anni si svolge a Venezia.
  • Per le famiglie con bimbi piccoli: il parco vicino Piazzale Roma.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *