Le 10 spiagge più belle della Costa Smeralda

 

Porto Pollo per i surfisti, Li Piscini e Mannena (detta “Barca Bruciata”) a Cannigione, Li Mucchi Bianchi, Baia Sardinia, Liscia di Vacca, Liscia Renè, Cala Granu, il Piccolo ed il Grande Pevero, Romazzino, Il Principe (la più bella di tutte), Capriccioli est ed ovest (“Il Pirata”), la Celvia (la spiaggia dei VIP), Li ‘Itriceddhi, Liscia Ruja (detta “Long Beach” perché è la più lunga della Costa Smeralda) e tante altre.

Questa è la mia personale Top Ten (in caso di assenza di vento):
  1. Il Principe: difficile da raggiungere ma la più bella; andarci nelle prime ore del mattino. Paradiso.
  2. Capriccioli Est: facilmente accessibile, quando il mare è agitato optare per la “cugina” Capriccioli Ovest. Si divide in due metà (e infatti sono chiamate “Le Gemelle”). Splendida.
  3. Liscia Ruja (detta “Long Beach“): colore rosso che si perde sul mare, effetto unico. Tre parcheggi, si consiglia l’ultimo per chi vuole stare appartato.
  4. La Celvia: la spiaggia dei VIP. Insieme al Grande Pevero, la più riparata, quasi sempre mare calmo. Due accessi, comodo per le famiglie quello sull’estrema sinistra.
  5. Romazzino: sede dell’omonimo Hotel, molto esclusiva. Due lettini a 100 euro in prima fila. Molto bella.
  6. Grande Pevero: molto grande e poco attrezzata. Splendida in caso di scirocco. Alla sua estremità due piccole calette. 5-10 minuti di cammino dal parcheggio.
  7. Piccolo Pevero: molto adatta alle famiglie per la sabbia soffice, la sua profondità e la vicinanza al parcheggio. Dalle 18,30 vi è un aperitivo carino (ma caro) al bar.
  8. Cala Granu: un piccolo gioiello, forse la meno conosciuta di tutte. Ben frequentata.
  9. Li ‘Itriceddhi: simile alla vicina Liscia Ruja, ma più intima.
  10. Capriccioli Ovest: vedi discorso su Capriccioli Est. Si divide in due, di cui quella a sinistra (“Le Tartarughe”) selvaggia e quella a destra molto attrezzata (“Il Pirata”), dove si noleggiano, infatti, canoe e gommoni. La spiaggia dove il sole va via più tardi (insieme alla Celvia).

Una menzione speciale per Liscia Renè: sottovalutata; si consiglia di recarvisi con un canoa affittata al Bagaglino (“Giardini di Porto Cervo”).

Molto deludente, invece, Rena Bianca; lunghe file per parcheggiare, almeno 10 minuti di cammino a piedi dal parcheggio alla spiaggia, mare talvolta sporco, spiaggia piccola ed affollatissima per la presenza di vari residence nei paraggi e forse anche per il fatto che è la prima spiaggia della Costa Smeralda venendo da Olbia. Da andarci solo fuori stagione.

Da segnalare altre spiagge meritevoli di una escursione:

  • Poltu Paddha: accesso direttamente dalla strada per Porto Cervo. Subito dopo l’Hotel Le Ginestre.
  • Poltu Liccia: la più selvaggia di tutte, accessibile anche ai cani. Parcheggio comodo ma sentiero molto difficile per arrivarci. Per solitari e avventurieri

E fuori dalla Costa Smeralda:

  • Cala Battistoni – Baia Sardinia: la più comoda per le famiglie. Punto di partenza ideale per andare a Caprera col gommone.
  • Li Mucchi Bianchi: splendida in alcuni casi, specie dopo che la corrente ripulisce tutto
  • Li Piscini e Mannena (detta “Barca Bruciata“): chicca; sconsigliata per le famiglie.
  • Spiaggia Bianca, Golfo a Aranci: semplicemente bellissima
  • Cala Sabina, Golfo Aranci: altrettanto bellissima

Una nota sui parcheggi, spesso comodi perché, tranne nel caso della spiaggia del Principe dove i due parcheggi sono entrambi a 350-400 metri dalla spiaggia, sono vicinissimi alle spiagge (soprattutto a Capriccioli ed alla Celvia): fino al 2012  si pagava 1 € l’ora ma dal 2013 la tariffa è aumentata (1,5 – 2 € l’ora), quindi molti, per evitare un salasso, preferiscono parcheggiare le auto dove trovano posto ma questo, oltre a comportare una maggiore fatica per via della maggiore distanza dalla spiaggia, fa rischiare di avere multe  (circa € 30,00).

Un’importante nota sui venti: in caso di grecale (Nord – Est) e levante (Est) optare per Capriccioli Ovest e per la Celvia, in caso di scirocco (a Sud – Est) il top è il Grande Pevero, nel caso dei venti da Ovest, cioè maestrale (Nord – Ovest), ponente (Ovest) e libeccio (Sud – Ovest) spettacolari tutte le altre esposte ad Est (cioè, da Nord a Sud, Cala GranuPiccolo Pevero, Romazzino, Il Principe, Capriccioli Est, Li Itriceddi e LIscia Ruja) ed infine nel caso di tramontana (ed anche maestrale e grecale) da evitare Baia Sardinia e Liscia Rene‘.

Ecco un omaggio alla Costa Smeralda: il “rumore del mare” al Piccolo Pevero:

Ed infine, non si può fare a meno di ammirare una delle spiagge più belle d’Europa (Cala Coticcio a Caprera, detta “Tahiti“) ed una sua “sconosciuta” insenatura…

 

4 Comments

  • Franz Posted 14 luglio 2014 19:52

    Le spiagge del Pevero sono due: Il Grande Pevero con la sua acqua limpidissima con vento di scirocco e il Piccolo Pevero che quando il vento e’ di direzione di Maestrale ha 1 acqua limpidissima

  • Paola Posted 17 luglio 2014 8:02

    Dettagliato, preciso e diretto. Vorrei che tutte le recensioni sulle varie spiagge fossero fatti in questo modo, grazie!!!

  • Sandra Posted 17 luglio 2014 8:05

    Interessante…..

  • Cri Service Ncc Posted 20 maggio 2016 10:51

    Una più bella dell’altra, Porto Cervo del resto è una garanzia. Tutte da visitare le spiagge della Costa Smeralda 🙂

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *