Roccaraso e dintorni (Abruzzo)

Abruzzo Meridionale

L’Abruzzo, regione splendida e forse sottovalutata, nella sua parte meridionale ha una zona che a livello naturalistico ha poco da invidiare a quasi tutte le altre regioni italiane.

Prendendo come punto di riferimento Roccaraso, forse la sua località più famosa (ma non la più bella), la stessa si trova a circa 200 km da Roma e 140 da Napoli, ed è d’inverno una apprezzata località sciistica (v. sito) con i suoi 100 km di piste e d’estate un’ottima soluzione per le famiglie (soprattutto campane e laziali) con bimbi piccoli e meno piccoli che vogliono fuggire dal caldo e dalla folla delle località balneari.

Il comune di Roccaraso, si è detto, non è di per sé particolarmente caratteristico, ma è il più comodo della zona per le necessità di una famiglia; nel suo pratone ci sono moltissimi svaghi e giochi per piccoli e meno piccoli ma un po’ dovunque si trovano zone attrezzate per bimbi e famiglie; per esempio, altro ritrovo molto conosciuto è “L’Ombrellone” che si trova nella parte alta del comune e da cui, tramite una suggestiva seggiovia (Colle Belisario, 9 euro andata e ritorno a persona, i bimbi fino a 5 anni gratis), si arriva in un rifugio dove poter organizzare piacevoli picnic (nella zona si trova anche un ristorante – bar e una parte con giochi – altalene, scivoli, etc – adatti a bimbi piccoli).

Nella piazza centrale del paese si tengono d’estate concerti interessanti.

Da segnalare a Roccaraso:

  • Pasticceria “L’Ombrellone”, presente sia lungo il corso principale, che, come detto, nella parte alta
  • Pasticceria “Dolci Momenti” (Via Roma).
  • Il negozio D’Altorio (Via Guglielmo Marconi, 6); ottima pasta fatta in casa.
  • Macelleria “Punto Carni” (Via Napoli).
  • Snack bar (Piazza Luigi di Savoia, 7); verso le 12,00 ogni giorni vengono cucinati ottimi primi, anche da asporto.
  • Panificio Compagnone (Piazza Luigi di Savoia, 4), oltre al tipico Pan pizza da non perdere il rotolo alla nutella.
  • Pub Rosso e Nero (Via Roma, 47), perfetto per famiglie ed anche per i tifosi di calcio (vengono infatti trasmesse le partite)
  • Campetto degli Alpini, dove si trova un ottimo ristorante, un bar e dove sono presenti gratuitamente tanti tavoli all’aperto (sia all’ombra che esposti al sole) dove è possibile preparare picnic. Lì vicino, infine, ci sono tanti giochi per bimbi piccoli (scivoli, altalene, casette, etc).
  • Mercato del mercoledì (nel piazzale adiacente il campo grande di calcio ed i campi da tennis, dove d’estate viene organizzato un campo scuola per bimbi dai 3 anni in su); in particolare, tra i banchi “alimentari” si segnalano quello del pesce e quello del prosciutto crudo, affettato sul momento (strepitoso il salame al tartufo), e tra quelli di altro genere, c’è un banco di maglieria per bimbi.

A Pizzalto, la parte di Roccaraso dove si trovano le piste, molto comodo l’Hotel Pizzalto con il suo enorme prato circostante e la sua tavola calda. Sempre nella zona di Pizzalto si trova il ristorante “La Baita” e il rifugio Lago d’Avoli. Infine, perfetto ritrovo per le famiglie con ragazzi è il Parco Divertimenti “Coppa dell’Orso“, dove si trovano innumerevoli giochi per bimbi meno piccoli. All’Aremogna, ulteriore punto di accesso per le piste, si segnalano:

  • Hotel Boschetto, forse l’unico della zona con piscina. Anche qui, proprio davanti l’entrata, si trova una zona con giochi, oltre che una buona tavola calda.
  • Hotel Rifugio Principessa Giovanna, dove si può mangiare sia all’interno che all’esterno; interessante e “didattica” la presenza di vari animali (cavalli, porcellino, cani, alpaca e uno splendido Gufo Reale) nei pressi dell’Hotel.

Terzo ed ultimo punto di accesso per le piste è Monte Pratello che, però, a differenza sei precedenti due, non ha strutture da segnalare, ad accetto forse del ristorante “Quarto del Pozzo”, lì nei pressi.

Comprensorio Alto Sangro

Comprensorio Alto Sangro

Infinite le escursioni nel raggio di pochi km; tra le tante:

  • Pescocostanzo, uno dei borghi più belli d’Italia. Bellissima la Basilica di Santa Maria del Colle. Si segnalano i ristoranti “Da Paolino” ed il suo dirimpettaio gemello “L’Altro Paolino” (in entrambi i casi prenotare con molto anticipo), lo “Sciatore” (gestito dalla splendida e vulcanica Artemisia), il Bar sui Domina (Via Ottavio Collecchi, 49) proprio sotto la chiesa (ottima varietà di birre artigianali), il Vin Cafè del Corvo (Via della Fontana Maggiore, 11) lì nei pressi, dotata di una favolosa cantina di vini, e il Bistrot Relais (Via Francesco Mosca,1), ristorante semplice ed accogliente, perfetto per famiglie.
  • Parco Nazionale della Maiella
  • Bosco di Sant’Antonio, dove è possibile fare picnic immersi nella natura. Si segnala la presenza di un antico convento.
  • Azienda agricola Giuliana, dove si compra forse la carne migliore della zona che si cucina direttamente sulla brace allestita nella parte all’aperto. Due particolarità: 1) la brace va fatta (e la carne cucinata) da sé’; 2) spesso ci sono molte mosche.
  • Palena, sulla cui strada si trova una ben curata piscina all’aperto.
  • Pacentro, splendido borgo dove ha peraltro origini la cantante Madonna; molto bello e suggestivo il tratto che da Passo San Leonardo porta a Pacentro.
  • Sulmona, famosa per i confetti e dove si trova il Club dei Buongustai (Via Pescara, 28), forse l’unico ristorante di pesce della zona.
  • Il Parco Fluviale del Verrino nei pressi di Isernia.
  • Picnic sul fiume Sangro.
  • Picnic alla Montagna Spaccata dove ad ogni famiglia è’ destinata una zona con tavoli e panche di legno e soprattutto una brace dove poter cucinare.
  • Pietransieri, piccolo e carino borgo dove d’estate viene organizzata una interessante sagra della pasta. Sulla strada per Pietransieri si trova un ben allestito centro ippico (“Il Castellaccio“) dove anche i bimbi piccoli possono fare i “cavallerizzi” e dove è possibile anche pranzare (è’, infatti, anche un agriturismo). Si segnalano, anche, il ristorante “La Petra” (Via Adua) ed il ristorante “Tratturo” (Via Pietransieri, 5), uno dei migliori come rapporto qualità – prezzo (buona la pizza) e molto adatto alla famiglie (si trova la suo interno, peraltro, anche una mini-sala giochi).
  • Il Bioparco faunistico D’Abruzzo.
  • Alfedena, borgo molto carino lungo la strada per il Lago di Barrea; si segnalano la “Locanda Monte Greco” (Via Mansueto De Amicis, 14) e l’Agriturismo Rio Torto (Via del Lago).
  • Lago della Montagna Spaccata (nei pressi di Alfedena). V. Video: Lago della Montagna Spaccata.
  • Lago di Barrea, in cui vi è la presenza di uno spazio allestito sia di uno spazio molto più selvaggio.
  • Civitella Alfedena con il suo spettacolare Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise (v. sito)
  • Pescasseroli.

Infine, a Rivisondoli, altro importante comune della zona, si segnalano l’Osteria del Tarassaco (Piazza Garibaldi, 6)  e “Spazio” (il locale del famoso chef Niko Romito, fondatore del ristorante “Reale“, da un paio di anni trasferitosi a Castel di Sangro).

Infine, un video molto suggestivo sul Lago della Montagna Spaccata di Alfedena:

Dimenticavo, per chi va in Abruzzo da Sud, a circa 37 km da Roccaraso, c’è una tappa fissa assolutamente da non perdere, la Pizzeria Lo Scoiattolo (Via Nazionale 2/3, Colli a Volturno – Isernia). Il suo panino è veramente molto buono ed anche la sua pizza. Cult.

2 Comments

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *