Napoli in kayak

[:it]

A Napoli, dove tutto arriva in ritardo, finalmente da qualche anno è esplosa la kayak – mania.

Ed era ora, visto che Napoli è fatta su misura per i kayak.

Il tratto che val circolo Posillipo alla Baia di Trentaremi è, infatti, un insieme infinito di anfratti, baie, spiagge di sabbia e di roccia, lidi, ville e ristoranti sul mare, porticcioli, reperti archeologici di epoca romana, etc, che non possono non essere ammirati dal mare.

Uno spettacolo veramente unico. Napoli dal mare è ancora più bella.

Due i principali luoghi dove prendere a noleggio un kayak:

  1. al “Bagno SirenaPalazzo Donn'Anna, Napoli
  2. alla Baia delle Rocce Verdi“, da me preferita, soprattutto per il fatto che si trova in pratica a metà del tratto Circolo Posillipo – Baia di Trentaremi, quindi, non avendo la forza e il tempo di pagaiare col kayak l’intero tratto (1 ora – 1 ora e mezza), posso scegliere ogni volta quale dei due tragitti scegliere. Se andare a sinistra verso il circolo Posillipo passando per la “Baia del Cenito” o a destra verso Trentaremi.

La caratteristica principale del tratto che dalle Rocce Verdi a Palazzo Donn’Anna è rappresentata dalle spettacolari ville e palazzi in pratica direttamente sull’acqua, quasi sempre con discesa privata; è difficile immaginare posti più esclusivi dove vivere. È come stare sempre in vacanza.

Ma il tratto più affascinante è, a mio parere, quello appunto a destra, che va dalle Rocce Verdi a Trentaremi con stella assoluta l’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola, un luogo forse unico al Mondo sia per ciò che appare in superficie (solo per dirne una, la villa marittima detta “La Casa Degli Spiriti”) che per ciò che vi è sott’acqua; sui fondali del Parco, infatti, a pochi metri di profondità, sono ben visibili resti di approdi, ninfei, camminamenti e peschiere, vasche per l’allevamento del pesce molto in voga tra l’aristocrazia romana tra la fine del II Sec. A.C. ed il I Sec d.C..

Ma consiglio di fare un piccolo sforzo e, dopo aver ammirato tutte le meraviglie della Gaiola, di spingersi oltre e andare fino alla Baia di Trentaremi dove si viene accolti da una affascinante grotta, preludio all’immensa baia tutta per se.

Una chicca per le famiglie: in certe giornate (non troppo caldo e mare calmo) si vedono intere famiglie sui kayak. A mio parere è, soprattutto al giorno d’oggi dove tutto è tecnologico, virtuale, “social”, un bellissimo modo per passare del tempo tutti insieme facendo sport e ammirando le bellezze di una città troppo a lungo ed ingiustamente sottovalutata.

Infine, per i veri amanti del mare sono spesso organizzate, specialmente nelle serate estive di luna piena, escursioni serali con cena annessa. Da non perdere.

il costo del noleggio di un kayak per l’intera giornata è di solito 10 euro. Niente.

[:en]

In Naples, where everything is getting late, the kayak mania has exploded in the last years.

Finally! As Naples is tailor made for kayaks.

The stretch that goes from Circolo Posillipo to Trentaremi Bay is, in fact, an endless array of ravines, bays, sandy and rocky beaches, villas and restaurants on the sea, marinas, archaeological finds of Roman times, etc., that must be admired from the sea.

A truly unique show. Naples by the sea is even more beautiful.

Two major places where you can hire a kayak:

  1. at “Bagno SirenaPalazzo Donn'Anna, Napoli
  2. at the Bay “Rocce Verdi“, which I prefer, especially because it is practically halfway between Circolo Posillipo – Trentaremi Bay, so having no strength and time to kayak the whole  time(1 hour – 1 hour and a half), I can choose one of the two routes. Go left to the  Circolo Posillipo passing through the “Baia del Cenito” or right towards Trentaremi.

The main feature of the stretch from Rocce Verdi to “Palazzo Donn’Anna” is represented by spectacular villas and palaces directly on the water, almost always with private descent; it is difficult to imagine more exclusive places to live. It’s like staying on vacation.

But the most fascinating trait is, in my opinion, that one to the right, which goes from Rocce Verdi to Trentaremi with the Protected Marine Area of Gaiola, a place perhaps unique in the world both for what appears on the surface (just to name one, the marina villa called “The House of Spirits”) and for what’s underwater; on the backdrops of the Park, in fact, a few meters deep, there are visible remains of landings, water lilies, walkways and fish ponds, fish tanks very much in vogue between the Roman aristocracy between the end of II Century and the I Century a.C ..

But I recommend doing a little effort and, after admiring all the wonders of Gaiola, to go further and go to the Trentaremi Bay where you are greeted by a charming cave, prelude to the immense bay itself.

A tip for families: on certain days (not too hot and with calm sea) you can see whole families on kayaks. In my opinion, especially nowadays, where everything is technological, virtual, “social”, this is a beautiful way to spend time together, doing sports and admiring the beauties of a city that has been for too long and unjustly underestimated.

Finally, for the true lovers of the sea, evening excursions with dinner included are often organized, especially on summer full moon nights. Not to be missed.  

The cost of renting a kayak for the entire day is usually 10 euros. Nothing.

[:]

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *