Costa Smeralda

Mappa Costa Smeralda

Criticata per i suoi eccessi e snobbata dagli stessi sardi di altre zone (per esempio, quelli del nuorese e dell’Ogliastra in particolare, zona altrettanto bella ma molto più selvaggia), incredibilmente affollata ad Agosto, nei fatti merita ampiamente il suo nome e la sua fama; la Costa Smeralda è, infatti, uno dei posti più belli al mondo e non per caso tutti i miliardari del pianeta fanno a gara per esserci. Fino al 1962 era una “terra di nessuno” ma poi fu scoperta dal principe ismaelita Aga Khan e da quel momento divenne conosciuta al mondo, ed addirittura come luogo del jet set internazionale. Il cuore è Porto Cervo ed il tratto della Costa Smeralda va formalmente dai Giardini di Porto Cervo (tra Pitrizza e Liscia di Vacca-Giardini di Porto Cervo c’è infatti la famosa “pietra”) alla spiaggia di Rena Bianca anche se, per altri (per convenienza economica?), il tratto nei fatti sarebbe da Santa Teresa di Gallura (Capo Testa) al Golfo di Cugnana. Meravigliose le spiagge (v. Top Ten),  ma ciò che forse veramente contraddistingue la zona è una meravigliosa edilizia che, anche se forse eccessiva e oggi non più “normativamente possibile” (case direttamente sul mare con spiagge private!), è di altissimo livello e perfettamente integrata con l’ambiente circostante. A Luglio e Settembre è il Top in Europa; forse solo Formentera, alcune isole greche, la zona di Gallipoli e le isole intorno la Sicilia possono competere ma solo a livello di mare e colore della sabbia e non certo di natura circostante e come detto soprattutto di edilizia. Si consiglia di noleggiare (per chi non lo ha) almeno un giorno un’imbarcazione (dalla signora Gemma a Baja Sardinia il costo di un gommone di 4,3 metri con motore di 40 cavalli e’ di 80 euro per 4 ore o 130 euro tutta la giornata più la benzina mentre quello di 6,2 metri con 130 cavalli ha un costo di 150 euro per le 4 ore) per andare o alle isole di Caprera o della Maddalena o per vedersi in una volta sola tutte le spiagge della Costa (isola del Mortorio compresa). Riguardo il viaggio, molti preferiscono andare in Costa Smeralda con la propria autovettura ma, oltre a non essere necessariamente più economica, è una soluzione molto lunga e faticosa; va sondata l’alternativa di venire con l’aereo e di noleggiare poi l’auto ad una delle tante compagnie di noleggio dell’Aeroporto di Olbia (la più economica è la “Sicily by car” ma ATTENZIONE alle file per ritirare l’auto, spesso anche di 2 ore; forse converrebbe spendere pochi euro in più ma evitare una lunga e snervante fila ed in questo senso si consiglia la “Smile rent” della “Maggiore”).

 

  • Bar per la colazione: Sa Conca, Abbiadori

 

  • Gelateria: Pasqualina, Porto Cervo

 

  • Gelateria: Bosisio, Abbiadori

 

  • Resort e ristorante: La Petra Segreta, San Pantaleo

 

  • Ristorante: Jaddhu, Arzachena

 

 

  • Ristorante: Pevero Golf Club

 

  • Ristorante . Disco Bar: Phi Beach, Baia Sardinia

 

  • Cose da fare: i mercatini del giovedì (San Pantaleo) e venerdì (tra Porto Cervo ed Abbiadori)

Molto carino l’aperitivo al Piccolo Pevero, anche se va evitato a fine stagione in cui la peggior qualità dei servizi (non c’è più il violinista e termina molto presto) non giustifica gli alti prezzi.

Una nota su Porto Rotondo, tecnicamente fuori la Costa Smeralda ma comunque vicinissima: molto piacevole sia la passeggiata al porto che gli aperitivi; e non è un azzardo dire che che è più autentica e più a dimensione di uomo di Porto Cervo. E per gli amanti della vita notturna da segnalare sia lo Smalia’s che il “mitico” Country.

Per le famiglie con bimbi piccoli si consiglia un pomeriggio ai Giardini di Porto Cervo (vi è, infatti, oltre la spiaggia, uno splendido prato dotato di un’area giochi), da Gregoland (vicino la Marina di Porto Cervo) o al parco giochi di Abbiadori. E magari un panino al “Panino Giusto” nella Marina di Porto Cervo, forse il posto più economico dove mangiare dell’intera Costa Smeralda, insieme alla spaghetteria “Elit” (nella “Promenade” di Porto Cervo, adiacente alla gelateria “Pasqualina”).

Infine una bella panoramica su Porto Pollo ed isole circostanti:

 

2 Comments

  • Gabriele Romano Posted 14 settembre 2014 10:09

    Il 20 e 21 settembre ci sarà il “Porto Cervo Food Festival” (www.portocervofoodfestival.com); in programma degustazioni, showcooking, cene gourmet e incontri con il meglio della gastronomia sarda.

    • Rosanna Posted 29 agosto 2015 10:14

      Bello poterci essere e gustare il cibo sardo 🙂

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *