Baccalaria, Napoli

[:it]

Toti Lange, amico di vecchia data, in un settore dominato da pizzerie, trattorie di cucina napoletana e, ahinoi, negli ultimi tempi anche da anonime e standardizzate friggitorie e patatinerie, ha avuto una bella idea: una “baccaleria“,  Baccalaria appunto.

Anche la location è originale,  invece del “solito” lungomare il buon Toti ha scelto di aprire nella parte storica di Napoli, e precisamente in una piazzetta molto caratteristica. Si può mangiare sia dentro – in una delle due sale – che fuori. Un’atmosfera molto piacevole.

Il menù ha chiaramente un re indiscusso, il baccalà – anche se vi sono varie pietanze (entrecote, spaghettone con pomodoro, frittura di pesce, etc.) per chi non lo ama – fatto in tutti i modi immaginabili: ovviamente fritto (il “Gran Fritto” è speciale), ma anche il “Coronel Tonnè“, la parmigiana, il souvakli,  il risotto, lo “Scarpariello gemme del Vesuvio“, le “linguine stocco, zucchine e menta“, il Magnum di baccalà ripieno di provola di agerola e pesto ericino ed altro ancora.

Buona la selezione dei vini (si consigliano il “Trentenare Fiano del Cilento di S. Salvatore” e il “Tramonti bianco di Tenuta S. Francesco“) ed ampia quella dei dessert, tra cui spiccano il “setteveli al cioccolato“, il “babà crema e fragoline“, la “crostata di fragoline” e la “pasta di mandorle alla crema“. Ben presentata e molto varia anche la classica “tagliata di frutta“.

Un posto già di per sè “innovativo” ma che non resta mai “fermo”.

[:en]

Toti Lange, old friend of a business dominated by pizzeria, neapolitan kitchen restaurants, and in the last years also by anonimous standardised chip’s and fry shop, had a great idea: to open a salted codfish place, Baccalaria

The location is original too, instead of the “usual” water front Toti has chose to open in the historical part of Naples and precisely in a very characteristic small square. You can both eat inside and outside.

The menu has a main course, the salted codfish.even if there are several courses (entrecote, tomato spaghetti, fried fish) for those who don’t love it. The codfish is cooked in every way: fried, of course (the “Gran Fritto” is special) but also the  “Coronel Tonnè“, the parmisan, the souvakli,  the risotto, the “Scarpariello gemme del Vesuvio“, the “linguine stocco, zucchini and mint“, “the salted codfish Magnum stuffed with Agerola provola cheese and pesto”.

Good selection of wines (I recommend the  “Trentenare Fiano del Cilento di S. Salvatore” and the  “Tramonti bianco di Tenuta S. Francesco“) and also many desserts: the “chocolate setteveli”“, the “strawberries and cream baba’“, the “strawberries tart ” and the “cream almond “. Well served and varied the classical fruit dish. An ever moving and innovative place.

[:]

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *