Berlino

 

mappa

Quando si va a Berlino, non bisogna dimenticare che mezzo secolo fa fu rasa al suolo (al termine della guerra risultava distrutto in modo irrecuperabile il 20% degli edifici, il 50% nei quartieri centrali, 28,5 km² del territorio urbano erano coperti da macerie e non erano più abitabili 600.000 appartamenti) e solo qualche decennio fa era divisa dal tristemente famoso “Muro” (distrutto il 9 novembre 1989).

Dico questo perché così ci si può rendere conto di quanto sia bella Berlino e di quanto “siano avanti” i suoi cittadini; hanno in pochi decenni reso la loro decadente città una delle città più all’avanguardia nel mondo, per esempio nell’architettura, nella musica alternativa e nell’arte contemporanea.

Tanti i musei da vedere, il Pergamon su tutti, così come da non perdere ovviamente una visita al Reichstag (attenzione alle file, di giorno terribili, ma al tramonto molto più accessibili).

Molto particolari gli Hackesche Höfe (complesso edlizio situato a Mitte e contraddistinto da nove cortili collegati tra loro su cui si affacciano gli edifici e dove si trovano negozi, bar e ristoranti molto carini) così come gli Heckmann Höfe.

Per chi vuole ricordare il triste recente passato, si consiglia una visita al “Muro” (o meglio a ciò che resta del Muro) ed al Museo ebraico (Jüdisches Museum Berlin), il più grande d’Europa.

Infine, per chi ama camminare a piedi (modo migliore per conoscere una città), veramente interessante potrebbe essere un percorso di circa 1 ora e mezza che parte dall’inizio del parco di Tiergarden (molto bello lo Zoo, nei cui pressi si trova anche lo Zoo Hotel, un Hotel – design appena ristrutturato) e termina alla “Fernsehturm“, la Torre della Televisione nella Alexanderplatz (“Alex” per i berlinesi), da dove è possibile ammirare tutta Berlino e dove è possibile anche cenare (allo Sphere); nel percorso tappe obbligatorie sono la Siegessäule (la “Colonna della Vittoriada dove, dopo aver affrontato circa 280 scalini, si domina l’intero parco di Tiergarden), il Reichstag (la cupola di vetro costruita da Norman Foster), la Brandeburger Tor (“Porta di Brandeburgo”) e la Unter Den Linden (“Sotto i Tigli”).

Altro posto interessante per godersi uno splendido panorama è il Panoramapunkt del grattacielo Kollhof, progettato da Renzo Piano in Postdamer Platz.

Periodo migliore per andare è la primavera.

Ecco, infine, un contributo molto utile fatto da una compagnia di trasferimenti privati:

Berlino, centro di una delle più grandi aree metropolitane europee, sorge sulle rive del fiume Sprea. Dopo l’abbattimento del muro, avvenuto il 9 novembre 1989, ci sono stati grandi interventi di ristrutturazione urbana. Attualmente Berlino è una città affascinante, molto vivace sul piano culturale ed artistico e perciò meta turistica sempre più frequentata. E’ presente una grande comunità multietnica, soprattutto nel quartiere Kreuzberg, dove si concentra un’elevata percentuale di popolazione turca. Il simbolo della città e dell’unità tedesca è indubbiamente la Porta di Brandeburgo, struttura neoclassica costruita alla fine del XVIII secolo. Tuttavia meritano una visita anche: il palazzo del Reichstag, oggi sede del Parlamento; il celeberrimo Pergamon museum, ricco di reperti dell’antichità classica; il castello di Charlottenburg, un tempo residenza estiva della regina Sofia Carlotta, che oggi ospita una preziosa raccolta di quadri.

Berlino possiede 2 aeroporti: Tegel e Schoenefeld. Il primo è il grande scalo della città ed attraverso i suoi 2 terminal, transitano ogni anno circa 12 milioni di passeggeri. E’ collegato a Berlino tramite l’autobus 128 e l’espresso TXL.

Schoenefeld invece è distante circa 18 chilometri dal centro città ed è riservato prevalentemente ai voli low-cost. Da questo aeroporto è possibile raggiungere Berlino grazie a Airport Express ed alla metropolitana di superficie S-bahn.

Pur riconoscendo l’efficienza tutta tedesca dei trasporti pubblici berlinesi, la soluzione ottimale per evitare il saliscendi dai mezzi pubblici (soprattutto se non si conosce la lingua) è un taxi privato da e per gli aeroporti di Berlino grazie a Taxileader.net. Il principale vantaggio nel prenotare con Taxileader consiste nel conoscere in anticipo l’esatto costo del transfer compilando il modulo presente qui di seguito. Alla fine, un autista verrà ad attendervi con un cartello recante il vostro nome e cognome.

 

 

 

  • Aperitivo: al Monkey Bar (decimo piano del 25hours Bikini, dove si trova anche il ristorante Neni)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *